L'acrobata

non pretendo di comprenderti
in tutte le tue sfaccettature instabili
non mi illudo di sconvolgerti
con le mie allucinazioni
figlie di un insolita euforia

Non riesco ad arrendermi
all'idea di un infinito inafferrabile
e non pretendo di sorprenderti
riciclando le solite acrobazie verbali

anime senza lividi
sorvolano invisibili
l'ipocrisia di una verità
non è più mia questa identità
mi soffermo a ripercorrere
quello spazio indefinito e indecifrabile
e mi sorprendo a rincorrere
le mie allucinazioni
figlie della solita ironia

non riesco ad arrendermi
alla dea di questo limbo invalicabile
non mi illudo di convincerti
proiettando le solite acrobazie mentali

anime senza lividi
sorvolano invisibili
l'ipocrisia di una verità
non è più mia questa identità

anime senza lividi
sorvolano invisibili
l'ipocrisia di una verità
non è la mia identità